Crea sito

PLASMA: “LA CURA FUNZIONA, MA NON CE LO DICONO!” IL COMPLOTTO CORRE SUL WEB

“Il Coronavirus si può curare con il plasma, ma non ce lo dicono perché preferiscono vendere il vaccino” è questo il complotto del momento, ma è solo l’ennesima bufala che corre sui social.

Non c’è home di Facebook su cui non sia apparso almeno uno di questi meme complottisti sul plasma ipermmune, la cura sperimentale al covid 19 che sta dando ottimi risultati. Ironico insistere tanto sul fatto che “non ce lo dicono” visto che la notizia è su tutti i giornali e i tg ci aggiornano quotidianamente sulla questione, eppure il complotto impera.

Il messaggio è più o meno questo, con l’aggiunta di abbondanti punti esclamativi:

“Il Coronavirus si può curare con il plasma iperimmune, ma non ce lo dicono perché preferiscono arricchirsi vendendo il vaccino!!!”

Non è vero che non ce lo dicono.

Il primo punto da chiarire è che nessuno vuol tenere segreti i risultati della sperimentazione (attualmente in corso) della cura con il plasma iperimmune. Il Ministero della Salute ha dedicato una sezione specifica alla cura sul suo sito donailsangue.salute.gov.it:

Sul sito si legge chiaramente che:

Questo tipo di trattamento non è da considerarsi al momento ancora consolidato perché non sono ancora disponibili evidenze scientifiche robuste sulla sua efficacia e sicurezza, che potranno essere fornite dai risultati dei protocolli sperimentali in corso.

Anche giornali e Tg informano quotidianamente sui risultati della sperimentazione con il plasma.

Dire che “non ce lo dicono” è veramente ridicolo, visto che la notizia è ampiamente nota e diffusa.

Cura e Vaccino sono due cose diverse.

La terapia che usa il plasma iperimmune è una cura che, una volta confermata l’efficacia, permette di guarire i malati di coronavirus. Il vaccino, che al momento non è ancora disponibile, permetterà di impedire che persone sane si ammalino di Covid 19. Sono due cose decisamente diverse.

Inoltre per praticare la terapia è necessario il plasma dei guariti, cosa che all’inizio della pandemia era ovviamente impossibile avere e non tutti i guariti possono donare.

Come funziona la cura con il plasma

Purtroppo non tutti i guariti da coronavirus possono donare il plasma e la percentuale di chi può farlo è piuttosto bassa.

Possono farlo solo coloro che risultano avere anticorpi neutralizzanti (gli unici anticorpi che possono darci l’immunità),  quindi non tutti i guariti o convalescenti. Stando alle prime stime si tratta del 20% del totale.

“Mettere in contrapposizione vaccino, test sierologici o virologici, plasma, terapie farmacologiche o terapie di supporto è insensato, poiché dobbiamo disporre di tutte le armi possibili per fare fronte alla minaccia devastante rappresentata dal coronavirus” (Fonte)

BBC: SALVINI FRA I POLITICI CHE DIFFONDONO PIÙ BUFALE AL MONDO