STEFANO MELE: “ECCO PERCHÉ’ GIRANO TANTE BUFALE SU PUTIN.”

BUFALE SU PUTINPERCHE’ CIRCOLANO TUTTE LE BUFALE SU PUTIN? Il presidente russo è da anni uno dei personaggi politici più amati dai creatori di bufale. A lui in questi mesi è stato attribuito di tutto, da gesta eroiche in favore dei più deboli a dichiarazioni di guerra nei confronti dell’Isis e non solo.

Le bufale su Vladimir Putin sono talmente tante che in molti hanno iniziato a pensare che non si tratti di una semplice casualità, ma di una vera e propria strategia di disinformazione. Sono tantissimi i siti in lingua italiana che diffondo bufale filo governative di propaganda al governo russo ed aumentano sempre di più le notizie false che inneggiano alle gesta dell’inquilino del Cremlino.

Non solo le ormai note testate satiriche (siti che si trincerano dietro una falsa veste satirica per spacciare bufale in rete e guadagnare con la pubblicità), ma anche siti di portata nazionale come il noto portale Tze Tze riempiono la rete bufale pro Putinc.

Nonostante il famoso sito si proclami un portale indipendente, spesso tra le sue pagine è possibile leggere notizie false in favore del governo russo. Sulla home page cliccando sul pulsante Cos’è Tze Tze si legge:

TzeTze pubblica in tempo reale le notizie scelte dagli utenti.

È un palinsesto dinamico originato dagli utenti, aggiornato ogni mezz’ora, che seleziona da siti rigorosamente solo on line, che non hanno quindi una derivazione cartacea o televisiva, le informazioni in base alla loro popolarità e attualità.

(…)

L’obiettivo di TzeTze è di promuovere l’informazione indipendente in Rete svincolandosi dai mainstream media e di pubblicare le notizie in funzione dell’importanza attribuita loro dagli utenti.

Nonostante questa dichiarazione però, le notizie rilanciate da TzeTze sono spesso riprese direttamente da siti come Sputnik o Russia Today, due siti dichiaratamente filo governativi. E’ davvero difficile credere che gli utenti italiani scelgano quotidianamente come notizie prioritarie quelle di due siti di informazione filo russi e che le ritengano notize cosi importanti per il nostro paese.

Una tale invasione di leggende intorno alla figura di Vladimir Putin non fa altro che alimentare una sorta di contraltare autoritario, quasi mitologico, alle figure protagoniste della politica italiana.

Secondo l’esperto di comunicazione digitale Stefano Mele, queste informazioni false distribuite in maniera cosi massiccia: «Destabilizzano i Paesi, influenzano le elezioni ed iniettano i dubbi».

Ed in effetti le tematiche di queste bufale si trasformano rapidamente in chiacchiere da bar, alimentando leggende ed alimentando ulteriori malumori sulla nostra politica interna. Tutto partendo da notizie false che particamente nessuno verifica.

Nessuno dei migliaia di utententi che hanno condiviso questa bufala:

Bufala di Putin che assume 5 giovani scienziati italiani perchè “In Italia non trovavano lavoro”

si è preoccupato di verificarne la fonte, limitandosi a condividere le “gesta lodevoli” di un leader che fa “quello che i politici italiani dovrebbero fare“. Cosi come praticamente nessuno dei tantissimi ad aver consiviso questa notizia si è preoccupato di verificare dove fossero state riportate le parole di Putin che avrebbe dichiarato alla stampa:

“cacciate Renzi è pericoloso per la democrazia!”

Di fatto una larga maggioranza dei sostenitori del “SI” al recente referendum costituzionale ha dichiarato ai sondaggisti di aver votato per “mandare via Renzi” e bufale come questa non fanno che cavalcare un malessere sociale alimentandolo.

Nel caso di quest’ultima bufala, dopo poche righe era l’autore stesso a dichiarare che si trattava di una notizia falsa, ma come dimostrato da recenti studi oltre il 90% delle persone che condivide link sui social non clicca (e non legge) sui link che condivide.

Ecco che in questo modo la disinformazione aumenta e con essa mutano le opinioni delle persone che abboccano a queste campagne fatte da notizie false credendole autentiche.

Nel frattempo, mentre le Bufale su Putin sono sempre di più, i gestori di questi siti “bufalari” si arricchiscono con le pubblicità e sempre più gente continua a credere alle notizie più improbabili come ad esempio la candidatura in Italia di Puntin per le prossime elezioni per risolvere finalmente tutti i problemi del nostro paese o alla bufala del leder sovietico che

Nonostante l’Italia gli abbia dato le sanzioni, non respinge la nostra richiesta di aiuto, inviando esperti russi ad Amatrice.

Va notato come le bufale su Putin siano sempre in suo favore e mai contrarie, rafforzando la tesi degli esperti che riconoscono un questa incredibile mole di notizie false una precisa campagna mediatica atta a destabilizzare le conoscenze degli italiani offrendo loro una alternativa straniera autoritaria e dal pugno di ferro.

Come sempre il nostro consiglio è quello di non credere a tutto solo perché esiste un link che lo dice. Verificate sempre la fonte delle notizie innanzitutto verificando che il sito da cui partono non sia presente in questo elenco di siti diffusori di bufale.

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE BUFALE SU PUTIN

Precedente Bufala Matteo Salvini propone il sequestro dei beni della famiglia Boschi Successivo Bufala La gente sta invadendo le strade di tutta Italia: "4° governo non eletto dal Popolo? Adesso Basta!"