La BUFALA del Prete di Forpughi che accoglie migranti tunisini, ma viene massacrato e derubato.

Forpughi

La bufala con il chiaro intento di sollevare un flame contro gli immigrati titola “ Prete di Forpughi (paese che non esiste) accoglie migranti tunisini, ma viene massacrato e derubato.”

Forpughi non è altro che l’anagramma di “profughi” e tutti i fatti raccontati sono frutto di fantasia.

Il sito DEVINFORMARTI non è un sito giornalistico ma un blog di bufale pieno di pubblicità di cui abbiamo già parlato in questo articolo:

Devinformarti – Il blog di “finzione e satira politica” che di satirico non ha nulla.

L’intero testo di questo articolo quindi è totalmente inventato:

Forpughi

Prete di Forpughi accoglie migranti tunisini, ma viene massacrato e derubato.

La generosità, spesso, non viene adeguatamente contraccambiata. Non è la prima volta che la magnanimità smodata, viene interpretata come una forma di ingenuità della quale approfittare senza scrupolo alcuno. Quanto è accaduto stamane nella parrocchia di S. Bartolomeo Melanina ci insegna che i gesti filantropici devono essere rivolti soltanto alle persone realmente meritevoli. Per capire cosa sia successo bisogna fare un passo indietro. È il 29 Aprile 2018 e il parroco di Forpughi, paesino immerso nella campagna di Perugia, decide di accogliere due profughi, concedendo loro in usufrutto una stanza del proprio appartamento, ubicato sopra la parrocchia di S.Bartolomeo. La convivenza prosegue tra alti e bassi per un mese: le lamentele quotidiane dei due ospiti, insoddisfatti della propria sistemazione, spingono costringono il prete ad adibire parte della parrocchia a “zona comfort”, le panche di legno vengono rapidamente sostituite da Tv di ultima generazione, postazioni internet e divani in pelle. Le pretese a dir poco eccessive dei due tunisini non passano però inosservate. I fedeli si accorgono che metà della cappella è diventata di fatto inagibile. I due ospiti, tuttavia, non hanno alcuna intenzione di trasferirsi altrove, anzi. La prima settimana di Luglio avanzano persino la richiesta di far edificare una moschea ,chiaramente a spese degli abitanti del Paese. Il rifiuto del Parroco (influenzato probabilmente dall’esasperazione degli abitanti di Forpughi), ha mandato su tutte le furie i due profughi. Poco dopo l’alba i tunisini hanno scardinato la porta della camera di Don Nogirenia, colpendogli ripetutamente il volto con un bastone di legno e sottraendogli tutte le offerte dei fedeli (circa 10 000 euro in contanti). “La nostra moschea ti ringrazia! ” Hanno poi ironizzato i furfanti tunisini, facendo perdere le loro tracce. Una nostra qualificata fonte ci ha riferito poch’anzi che i due mariuoli hanno probabilmente raggiunto in queste ore la Tunisia.
Precedente LA BUFALA DELLA CROAZIA CHE DONA IL PREMIO DEI MONDIALI AI BAMBINI POVERI Successivo LA BUFALA DELLA MIGRANTE SALVATA CON "LO SMALTO E I BRACCIALETTI"