La bufala del padre di Carola Rackete che vende armi

Il padre di Carola Rackete che vende armi? No è una bufala, ma quando si vuole screditare qualcuno nel 2019 una delle pratiche più diffuse è diffondere bufale sul conto suo o della sua famiglia.

La macchina del fango dei detrattori della capitana della nave Sea Watch 3 non hanno atteso un minuto ad unire all’enorme mole di insulti social anche una serie di bufale che dovrebbero minare la credibilità della donna.

Fermo restando che se anche fosse stato vero, “le colpe” dei padri non ricadono sui figli (la figlia di un venditore di birra può benissimo essere astemia), il padre di Carola Rackete non vende armi.

Il Sig Rackete lavora come consulente per la MEHLER ENGINEERED, una azienda tedesca che si occupa di sistemi di sicurezza. I sistemi prodotti da questa azienda sono impiegati sia in campo civile che militare.

Lavorare come consulente per una azienda che vende un sistema di sicurezza non vuol dire essere un trafficante d’armi come spiega anche Giornalettismo in questo articolo:

Come funghi cresciuti nell’umidità della bava alla bocca di chi vuole fomentare odio alimentando e diffondendo fake news. Negli ultimi giorni molto è stato detto su Carola Rackete, la Capitana della Sea Watch 3 arrestata questa notte dopo lo sbarco nel porto di Lampedusa dei migranti soccorsi nel Mediterraneo 17 giorni fa, e in molti casi è stato detto troppo. L’ultima bufala che sta facendo il giro dei social e del web riguarda il padre della 30enne tedesca che è stato spacciato per un «trafficante d’armi che fa affari con i Paesi africani». Ovviamente – e bastava poco per smascherare la notizia falsa -, non è così.

e prosegue…

Insomma, la bufala sul trafficante d’armi è la più grande arma di distrazione di massa per fomentare l’odio nei confronti di Carola Rackete, raccontando e diffondendo una finta realtà. Il padre, infatti, è stato consulente per quell’impresa che non si occupa di armi (e qui cade il sillogismo complottista delle guerre scatenate dalla vendita di armi da parte dell’azienda tedesca), ma di blindatura di mezzi militari e civili.

 

 

Precedente "Carola Rackete non può essere arrestata". Ecco perché. Successivo BUFALA LA RACCOLTA FONDI DEL PD. AI FUNERALI DI GENOVA NON SONO ANDATI