La bufala dei pagamenti di Intel e AOL a chi invia il messaggio ai suoi contatti. “COMUNICAZIONE IMPORTANTE…LEGGETE KE SE E´ VERA……siamo tutti ricchi!!!!”

INTEL E AOL

Torna la bufala della catena di Sant’Antonio che farà arricchire chi la inoltra. Stavolta non è Mark Zuerberg che regalerà soldi a chi copia e incolla un post sul suo profilo Facebook, ma sarebbe AOL (America On Line) insieme ad Intel.

Almeno questo è quello che promette questa catena di Sant’Antonio che circola in queste ore attraverso Messanger. Ecco il testo del messaggio

Oggetto: COMUNICAZIONE IMPORTANTE…LEGGETE KE SE E´ VERA……siamo tutti ricchi!!!!

Cominciamo male. Che vuol dire SE E’ VERA“? Più avanti il messaggio dice che “la zia di un mio caro amico” ha ricevuto un sacco di soldi. Perché si mette in dubbio l’autenticità del messaggio fin dalla prima riga? Sembra molto il testo della canzone MIO CUGGINO di Elio e Le storie Tese.

Generalmente non invio messaggi di questo genere, ma questo mi è arrivato da un’ottima amica, avvocato, e mi sembra che sia un’opportunità interessante. Lei dice che funzionerà, e FUNZIONA!!!

Chi è questa amica avvocato? Non si fanno nomi quindi non si sa. E poi questo avvocato di CHI è amico? Visto che non si sa chi ha inviato per primo questo messaggio. Ma questo il popolo della rete non se lo chiede perché la vera forza delle catene di Sant’Antonio 2.0 è la frase che segue:

Dopotutto, non c’è niente da perdere!

Cosa costa inviare posta indesiderata a mezzo mondo? Niente, basta premere invio. E quindi giù a intasare le caselle dei messaggi di tutti i nostri contatti. Non importa se il messaggio che stiamo mandando è pieno di cavolate e frasi senza senso, perché probabilmente nemmeno lo abbiamo letto tutto.

Ecco qui quello che dice: Sono avvocato, e conosco la legge. Questo, E’ reale. Non sbagliatevi. AOL e Intel manterranno le loro promesse per paura di essere trascinate in tribunale e dover far fronte a una causa di milioni e milioni di dollari. Come quella della Pepsi Cola contro la General Electric , non molto tempo fa.

Ma chi dovrebbe trascinare in tribunale AOL e INTEL e perché? Non si sa e neanche importa

Cari amici, per favore, NON prendete questo messaggio per un bidone. Bill Gates STA condividendo la sua fortuna. Se lo ignorate, potreste rimpiangerlo più tardi. Windows rimane il programma più diffuso ed utilizzato nel mondo. Microsoft e AOL sperimentano inviando questo test via messaggio elettronico (e-mail Beta Test).

Eppure questa catena di Sant’Antonio circola su Messanger e non attraverso e-mail. Come mai?

Quando inviate questo messaggio elettronico (e-mail) ai vostri amici, Microsoft può rintracciarvi (se siete un utilizzatore di MicrosoftWindows) per 2 settimane.

Questa affermazione non ha senso. Le e mail possono essere inviate da qualsiasi pc, tablet o telefonio connesso ad internet dalla propria casella postale. Come fanno a rintracciare chi lo ha inviato? E perché solo per 2 settimane?

Ad ogni persona che invierà questo messaggio, Microsoft pagherà 245 euro. Per ogni persona a cui avete inviato questo messaggio e che lo invierà ad altre persone, Microsoft vi pagherà 243 euro. Per la terza persona che lo riceverà, Microsoft vi pagherà 241 euro.

Che c’entra Microsoft? Non erano Intel e AOL? E la causa? Ma sopratutto perché Microsoft dovrebbe pagarmi per diffondere una mail dove dice che mi paga se la diffondo? Tutto questo non ha senso, ma la rete queste domande non se le fa.

Fra due settimane, Microsoft vi contatterà per la Conferma del vostro Indirizzo Postale e vi invierà un assegno. (Sinceramente, Charles Bailey, General Manager Field).

Dovrebbero esserci in giro centinaia di milionari che hanno ricevuto questo assegno eppure non ci sono perché si tratta di una marea di assurdità una dietro l’altra. Non ultima quella che sembra la firma del messaggio ovvero Charles Bailey, General Manager (di cosa? Intel? AOL? Microsoft?). Cercando in rete si scopre facilmente che il Manager Charles Bailey, non esiste.

Pensavo che questo fosse un imbroglio, o uno scherzo, ma 2 settimane dopo aver ricevuto questo messaggio e averlo riinviato, Microsoft mi ha contattato per conoscere il mio indirizzo postale e mi hanno inviato un assegno di 24.800 euro. Dovete rispondere prima che questa prova sia terminata; se qualcuno ha i mezzi per fare quest’operazione, è Bill Gates. Per lui,c’è un ritorno commerciale.

Se questo vi soddisfa, inviate questo messaggio a più persone possibile. Dovreste ricevere almeno 10.000 euro. Non li daiuteremmo, inviando questo messaggio, se non ce ne venisse un qualche cosina anche a noi. La zia di un mio caro amico, che lavora per Intel, ha appena ricevuto un assegno di 4543 euro, semplicemente inviando questo messaggio. Come ho detto prima, conosco la legge, e c’è del vero, Intel e AOL sono in negoziato per una fusione, con la quale diventerebbero la compagnia più importante del mondo nel settore, e per essere sicuri di rimanere il programma più diffuso e utilizzatoin assoluto, Intel e AOL sperimentano con questa prova. E vero….ho ricevuto 34.540 euro… stomaleeeeeeeeeeeee….. figataaaaaaaaaa…

L’ultima parte diventa veramente ridicola citando amici e parenti di chissà chi che ora sono ricchi.

Non credete alle catene di Sant’Antonio e sopratutto non diffondetele. Nessuno regala soldi senza fare niente, tanto meno INTEL e AOL.

Precedente La bufala del ragazzo che viaggiò nel tempo, il viaggiatore del tempo di South Fork nel 1940 Successivo BUFALA Dì a tutti di non accettare la richiesta di amicizia di Fabrizio Brambilla