LA MACCHINA DEL FANGO CONTRO GRETA THUNBERG. TUTTE LE BUFALE SU DI LEI

Una ragazzina svedese di 16 anni appena spaventa il mondo, o meglio Greta Thumberg il mondo vuole salvarlo, ma a tanti evidentemente la sua battaglia ecologista da fastidio e nel 2019 il modo migliore per distruggere un avversario è farlo odiare dalla rete.

L’idolo di milioni di ragazzi in tutto il mondo è diventata in poche ore il bersaglio degli haters del web ed ecco che la macchina del fango inizia la sua opera di demolizione.

Dai complotti più fantasiosi a teorie da fantascienza che vanno ben oltre il limite del ridicolo, su Greta in rete c’è di tutto, persino chi sostiene che sia una Rettiliana:

GretaSecondo l’utente Valen Miller, che nonostante il nome norvegese scrive in perfetto italiano (sarà mica un profilo falso? Ma no dai…) Greta sarebbe un membro di una setta di Alieni rettili travestiti da umani che controlla il mondo di nascosto.

Come è noto Greta è affetta da sindrome di Aspenger eppure questo non la rende immune da queste teorie assurde.

Tra l’altro la tesi del Visitors non regge neppure nella sua follia, non avrebbe senso infatti manifestare contro la politica dei suoi simili (sempre alieni travestiti) che da anni piloterebbero il riscaldamento del clima con le scie chimiche.

Una follia senza molto senso, ma la gente che crede a queste cose non si fa troppe domande a quanto pare.

E’ tutta una manovra per pubblicizzare un libro scritto da sua madre su di lei!!!1!1!

Questa è un altra delle affermazioni false che sta circolando in rete con l’obiettivo di screditare la battaglia di Greta per il clima.

La madre di Greta Malena Ernman, è una cantante d’opera molto nota in Svezia ed ha effettivamente scritto un libro che però non ha nulla a che vedere con l’attivista per i diritti del pianeta. Il libro parla di Beata, una bimba a cui sono stati diagnosticati sintomi riconducibili all’autismo.

GretaGreta non ha partecipato alla stesura del libro, non appare in copertina e sopratutto la madre è talmente nota nel suo paese da non aver alcun bisogno della pubblicità della figlia attraverso una battaglia che non ha nulla a che vedere con l’argomento trattato nel suo libro.

I “GRETINI” CHE HANNO SFILATO PER IL CLIMA HANNO LASCIATO CUMULI DI RIFIUTI!

GretaAnche qui con uno squallido gioco di parole si tenta di offendere bambini e ragazzi scesi in piazza per l’ambiente, screditando la loro manifestazione, eppure di questi cumuli di spazzatura non ci sono tracce. Tutte le foto utilizzate per documentare l’inquinamento perpetrato dai giovani manifestanti sui social si sono rivelate false ed anche questa utilizzata da Libero per questo articolo non mostra altro che dei mezzi dell’Amsa in una strada.

In questa foto non si vedono cumuli di rifiuti, ne ragazzi che sporcano in qualche modo la città. Di fatto questa foto non mostra assolutamente nulla.

ECCO COSA HANNO LASCIATO A TERRA I MANIFESTANTI PER UN MONDO MIGLIORE…

GretaAnche questa foto è falsa, basta fare una veloce ricerca in rete (clicca qui per scoprire come si fa) per vedere che risale al 2014 e non ha nulla a che vedere con la manifestazione ecologista, come dimostra questo articolo del sito Book Blog:

Greta

Insomma una vera e propria battaglia denigratoria basata su bufale, notizie false e pseudo complotti. A quanto pare non importa se il nemico sia un politico o un bambino, gli odiatori del web sono sempre pronti a buttare “fango” su tutto quello che non gli piace.

Precedente Torna la bufala della pompa di benzina con l'ago infetto da HIV. La foto (FALSA) risale al 2017 Successivo LA BUFALA DEGLI IMMIGRATI CHE MORDONO LA FRUTTA IN UN SUPERMERCATO ITALIANO