BUFALA – Fornero shock: “La Nigeria è più civilizzata di Napoli”

Sta facendo il giro dei social la notizia falsa di una dichiarazione shock di Elsa Fornero sulla città di Napoli:

Fornero shock: “La Nigeria è più civilizzata di Napoli”

Il tutto parte da questo articolo pubblicato dal Blog Devinformarti:

Fornero shockNel testo si legge:

Fornero shock: “La Nigeria è più civilizzata di Napoli”

Hanno destato stupore ed indignazione allo stesso tempo le parole pronunciate da Elsa Fornero Venerdì 13 Ottobre nel corso di un incontro tenutosi presso la facoltà di Economia dell’Università di Torino. L’ex ministro del lavoro ha infatti pronunciato parole non particolarmente affettuose nei confronti del popolo partenopeo, definendolo addirittura più arretrato di alcune zone dell’Africa Subsahariana. Più nello specifico, la Fornero ha risposto in questi termini alla domanda di una matricola del corso di Economia e commercio: “Lei è un giovane ragazzo, ma avrà sicuramente avuto modo di venire a conoscenza dell’arretratezza di alcune zone del Mezzogiorno. Ci sono dei quartieri napoletani ridotti peggio delle zone del terzo mondo. Gli immigrati africani che si stabiliscono nel capoluogo campano, per quanto paradossale possa sembrare, apportano un significativo miglioramento alla condizione di diffusa arretratezza sociale ed economica di Napoli. Nazioni come la Nigeria o la Costa d’Avorio dovrebbero fungere da modello per zone come Scampia o i quartieri Spagnoli. Penso che Abuja non abbia nulla da invidiare a Napoli neanche per quanto riguarda la cultura. E poi non scordiamoci che i nigeriani sono uno dei popoli attualmente più produttivi nel panorama mondiale. Basti pensare a quanto cresce il loro prodotto interno lordo ogni anno. Altro che la Campania o la Calabria.”
Lo studente universitario, stupito dalla schiettezza della risposta ha provato dunque ad evidenziare il sottosviluppo agrario degli Stati centroafricani, ma Elsa Fornero ha controbattuto in maniera piuttosto seccata: “Le persone cocciute come lei mi fanno innervosire non poco. Lei continua a sostenere l’assurda tesi di un’inferiorità dell’Africa rispetto a Napoli e al resto della Campania? Ma sa almeno quanto i nigeriani versino nelle casse dello Stato in termini contributistici? Sa almeno quanti migranti africani vengono sfruttati dalla criminalità organizzata ed usati come braccianti nei campi di pomodori per pochi spiccioli all’ora? La sua impertinenza mi ha dato la conferma che ho a che fare con un corso di ignoranti, poco inclini al dialogo pertanto il nostro dibattito si conclude qui” Mentre l’ex ministro si accingeva a riporre il microfono sopra la cattedra, un gruppetto di studenti ha cominciato a gridare ingiurie verso la politica e ad aizzare contro di essa gli altri presenti, cosicché  in breve tempo si è scatenato nell’Aula Magna un tumulto, causato dalle pesanti parole rivolte dalla Fornero nei confronti dei Napoletani. La politica è stata perciò scortata da due possenti guardie del corpo all’esterno della facoltà, mentre quattro studenti sono stati arrestati dalla polizia, in quanto identificati come facinorosi e socialmente pericolosi. La registrazione integrale della conferenza sarà pubblicata nelle prossime ore su YouTube da parte di un’associazione studentesca partenopea.

Quanto descritto in questo articolo non è mai avvenuto poiché non solo Elsa Fornero non ha mai dichiarato le parole citate, ma  neanche questo fantomatico dialogo non ha mai avuto luogo. Venerdì 13 ottobre 2017 la Fornero era a Siena e non era a Torino.
Il giorno prima infatti aveva partecipato all’evento “L’alfabetizzazione finanziaria come strumento di progresso individuale e sociale” organizzato dal dipartimento di Scienze politiche e internazionali – corso di laurea magistrale in Scienze delle amministrazioni – curriculum Tributi, Diritto, Economia.
Come dimostra anche questo articolo sul sito del dipartimento:
Fornero shock
Su Youtube non esiste alcun video Fornero shock in cui si vedono queste immagini e chiariamo che il blog Devinformarti non è un sito giornalistico, ma un un sito di “finzione” e pseudo satira politica (pseudo perché di satira nei suoi articoli non c’è traccia) come si legge a piè di pagina:
Ovvio che lo scopo di questo blog è quello di guadagnare con i tanti banner pubblicitari che affollano le sue pagine, attirando i visitatori con titoli eclatanti e contenuti inventati.
Precedente Boldrini: La Top 10 delle bufale sulla presidente della Camera Successivo BUFALA - Dal 2018 saranno ritirate dal mercato sigarette e trinciato. IN VENDITA SOLO SIGARETTE ELETTRONICHE