CHIUSE ALTRE 500 PAGINE FACEBOOK CHE DIFFONDEVANO ODIO E BUFALE RAZZISTE


CHIUSE ALTRE 500 PAGINE FACEBOOK che diffondevano odio, post violenti e contenuti razzisti.

Dopo la denuncia di pochi giorni fa di Avaaz, che ha portato alla chiusura di 23 pagine che avevano come obiettivo quello di orientare il voto attraverso le bufale, un altro grosso colpo viene inferto ai diffusori di fake news.

Del resto c’era da aspettarsi che l’inchiesta portata avanti da Avaaz avrebbe portato alla luce quello che i siti di debunking sanno ormai da tempo.

L’indagine è stata condotta da investigatori indipendenti e giornalisti assunti da Avaaz dopo una campagna di finanziamento online e quello che ne è venuto fuori è una vera e propria rete strategica di disinformazione.

Facebook chiude 23 pagine italiane con 2,4 milioni di followers. “Diffondevano bufale e odio”

Le pagine soppresse avevano un totale di oltre 500 milioni di seguaci, un numero ben più alto del totale degli elettori dell’Unione Europea e diffondevano messaggi d’odio e bufale creati ad arte per favorire i partiti di estrema destra.

CHIUSE ALTRE 500 PAGINE FACEBOOK

Queste pagine erano attive in mezza Europa ed anche in Italia dove operavano con una precisa strategia spiegata dal quotidiano The Guardian in questo articolo:

CHIUSE ALTRE 500 PAGINE FACEBOOK

Le pagine [scoperte da Avaaz] hanno alti livelli di interazione (…) Hanno oltre 500 milioni di visualizzazioni solo sulle pagine smantellate, questo è più del numero degli elettori nell’UE”.

Tuttavia, mentre alcuni erano stati demoliti, inclusa una grande rete in Spagna, scoperta da Avaaz, molti non l’avevano fatto. L’attività spaziava da conti francesi che condividevano contenuti di supremazia bianca, a messaggi in Germania a sostegno della negazione dell’Olocausto e false pagine che promuovevano il partito di Alternative für Deutschland (AfD).

In Italia, le tattiche includevano la creazione di pagine di interesse generale per la bellezza, il calcio, la salute o altri interessi, poi dopo l’adesione dei seguaci, trasformandoli in strumenti politici.

e ancora

I ricercatori hanno tracciato come una pagina, apparentemente allestita per un’associazione di allevatori agricoli, si sia trasformata lentamente in una che sostiene la Lega, condividendo un video che si proponeva di mostrare i migranti che distruggevano una macchina della polizia. In realtà si tratta della scena di un film e questa bufala è stata ripetutamente sfatata.

L’obiettivo di questa rete di pagine è risultato evidente: pilotare le elezioni in Europa, ma anche plasmare l’opinione pubblica ai valori dell’estrema destra attraverso una diffusione costante di notizie false.

L’indagine è stata portata avanti da un gruppo indipendente da Facebook formato da soli 30 elementi.

Facebook ha seguito le indagini, ma in nessun momento il team di Avaaz ha collaborato con la società di social media.

“Pensiamo che Facebook abbia fatto un buon lavoro finora, ma avrebbe dovuto fare un lavoro migliore per rilevare queste pagine”, ha detto Schott. “Dovrebbero farlo da soli. Siamo circa 30 persone, hanno oltre 30.000 nel loro team di sicurezza e protezione “.

Speriamo vivamente che questa azione porti ad un lavoro costante di eliminazione di questo tipo di pagine e ad un maggiore controllo da parte di Facebook.

“BARESI IN PIAZZA PER ELOGIARE DI MAIO”, MA E’ LA FESTA DI SAN NICOLA

 

Precedente BUFALA CAPOTRENO ITALIANO FA LE MULTE SOLO AGLI ITALIANI [VIDEO] Successivo BUFALA - MARK CALTAGIRONE ESCE ALLO SCOPERTO E MANDA UN MESSAGGIO A PAMELA PRATI