Bufala Strana creatura trovata nella periferia di Milano. Si pensa ad incidente Alieno. SHOCK.

creatura

“Strana creatura trovata nella periferia di Milano. Si pensa ad incidente Alieno.” inizia cosi questa bufala pubblicata da IL FATTO QUOTIDAINO (che non ha nulla a che vedere con il FATTO QUOTIDIANO):

Nella periferia milanese, è stato ritrovato un corpo alieno. Lo confermano gli organi che, da 12 ore, stanno lavorando intensamente al caso, cercando di capire di cosa si tratti e soprattutto come si trovi lì.

 “Ero a fare una passeggiata con il mio cane, quando mi sono reso conto di quella strana creatura” spiega Antonio, signore 55enne che ha trovato per primo il corpo “Ho avuto paura, ma mi sono subito reso conto che non c’era nulla da temere. Chiaramente ho avvertito la polizia che mi ha detto di stare sul posto e aspettare l’arrivo della volante”.
La foto in questione è presa dal set del film  “E.T. L’extraterrestre”, uscito nelle sale nel 1982, in particolare la scena del fiume.
Sul posto, è giunto anche lo scienziato americano Mark Spinaleri, da sempre alla ricerca di forme di vita extra-terrestre e probabilmente fra i messi esperti sulla Terra: “Non so ancora di cosa si tratti, di certo non è un corpo umano, né tantomeno animale. Quello che mi sento di dire, ora, è che, come potete vedere dalle foto, siamo di fronte ad una creatura di un altro pianeta, assolutamente, o a un esperimento di genetica, ma mi rifiuto di credere a questa ipotesi. La mia versione della storia è molto semplice: un guasto di un mezzo di locomozione alieno deve aver provocato un atterraggio di fortuna andato male che ha portato alla morte dell’alieno”.
Praticamente la trama del film:

Una notte, una misteriosa astronave atterra nel bel mezzo di una foresta della California, e da essa scendono un gruppo di botanici alieni, che iniziano a prelevare campioni di vegetazione. All’improvviso giungono sul posto degli agenti del governo, che mettono in fuga gli alieni, i quali prendono il volo con la loro nave spaziale, ma involontariamente lasciano indietro uno di loro, abbandonandolo sulla Terra. Nel frattempo, in una villetta suburbana di Los Angeles, un bambino di nome Elliott, di nove anni, che ha il misterioso padre in Messico per lavoro, trascorre la serata con suo fratello maggiore Michael e gli amici di questo, impegnati in una partita aDungeons & Dragons.

Quando esce a ritirare una pizza, Elliott viene attirato in uno sgabuzzino da dei misteriosi rumori, che in un primo momento attribuisce al suo cane, ma in seguito scopre essere dovuti all’alieno, il quale prontamente fugge. Nonostante la famiglia non gli creda, il ragazzo lascia delle caramelle sparse nella foresta, in modo da condurre l’alieno da lui. Una sera l’extraterrestre fa visita a Elliott, consegnandogli i dolcetti, e questo, entusiasta, nasconde l’alieno nella sua stanza per non farlo vedere alla famiglia.

La mattina successiva, il ragazzo finge di avere la febbre per poter restare a casa e studiare meglio lo strano visitatore. Nel pomeriggio Michael e la loro piccola sorellina, Gertie, incontrano l’alieno. I tre, seppur spaventati dalla sua presenza, promettono di non dire nulla a nessuno a proposito, neppure alla loro madre Mary. Decidendo di tenere la creatura, i ragazzi provano a chiedergli informazioni sulla sua origine e da dove provenga. Egli risponde facendo levitare delle palline di pongo, rappresentanti il Sistema Solare, e mostra i suoi poteri curativi facendo rivivere una pianta disseccata in un vaso.

La mattina dopo Elliott va a scuola e, nel corso della mattinata, inizia a sperimentare una connessione psichica con l’alieno, rimasto a casa. Quando l’essere beve tutte le birre in frigo e si ubriaca, Elliott in classe perde il controllo del suo corpo e libera tutte le rane usate per gli esperimenti nella lezione di scienze. Quando l’alieno vede in televisione John Wayne baciare Maureen O’Hara nel film Un uomo tranquillo, Elliott bacia una compagna di classe nella stessa maniera.

Precedente Bufala La Raggi si dimette, torna Ignazio Marino. Successivo Bufala Pena di morte. Dal 2017 sarà reintrodotta in Italia.