Crea sito

BUFALA Salerno. Ti paghiamo 3000 euro al mese per Dormire. Azienda cerca Tester di Materassi.

Tester di Materassi

Dispiace deludere chi ci aveva creduto, ma la notizia di una azienda salerintana che assumerebbe personale come Tester di Materassi è una bufala.

L’articolo in questione è stato diffuso dal sito IL FATTOQUOTIDAINO (attenzione NON Il Fatto Quotidiano) e rimbalzato poi sulle bacheche di molti utenti facebook. Ecco la bufala:

Salerno. Ti paghiamo 3000 euro al mese per Dormire. Azienda cerca Tester di Materassi.

Cercasi persone disposte a dormire circa dieci ore al giorno. Questo lo strabiliante annuncio di un imprenditore salernitano che è disposto a pagare i lavoratori fino a 3mila euro al mese, solo per dormire. Sì, perché, ci spiega, i materassi, prima di essere messi in commercio, vanno testati fino in fondo, in modo da poter essere sempre perfezionati a dovere e giungere al cliente senza difetto alcuno: “Voglio che si dorma per una settimana di fila, per circa dieci ore al giorno, sullo stesso materasso, in modo da provare al meglio i nuovi prodotti. So che sembra folle, ma non lo è affatto. Anzi, bisogna che i miei prodotti, a cui, com’è giusto che sia, tengo moltissimo, siano perfetti, lavorati e adeguati alle esigenze di ognuno. Il tester dovrà fornirmi a dovere sensazioni, emozioni e aspetti preponderanti del materasso provato. Quindi si richiede, oltre alla forza di dormire per dieci ore al giorno, anche una buona capacità di descrizione. Tutto qua, e ci sono in palio, ben 3mila euro al mese, mi sembra un ottimo stipendio”. Queste le parole di Gianni Tadduormi, imprenditore in questione disposto a sborsare cifre così alte per venire a capo di questi impieghi importanti.

Finora sono molte le richieste pervenute, qualcuno è stato scartato perché incapace di dormire per così lungo tempo tutti i giorni. Se vi sentite all’altezza dell’incarico scrivete [email protected] Vi auguriamo buona fortuna per l’eventuale colloquio di lavoro. Buona fortuna e buona notte.

L’articolo è pieno di nomi a doppio senso, a partire dal nome del sedicente titolare di questa azienda Gianni Tadduormi, che in napoletano vuol dire “ti addormenti”, cosi come l’indirizzo email a cui spedire le candidature che è abbinato ad un dominio fasullo.

Nel 2017 i materassi si testano con macchinari specifici e non certo facendoci dormire sopra dei dipendenti. Se qualcuno voleva candidarsi come Tester di Materassi purtroppo questa non è la sua occasione.