BUFALA WHATSAPP: NUOVO CODICE DELLA STRADA. RITIRO PATENTE A CHI GUIDA PARLANDO AL CELLULARE

NUOVO CODICE DELLA STRADA
Circola attraverso WhatsApp un messaggio di “allarme” che riguarda una importante variazione del codice della strada. Secondo il messaggio, diventato ormai virale, da martedì 26 maggio è previsto un importante cambio del codice della strada.
Il messaggio che si riceve è il seguente:

Esiste anche una versione di testo che ci arriva da un nostro contatto whatsapp ed questa

«Chiunque verrà sorpreso alla guida del veicolo con il telefono in mano, anche se è fermo ai semafori o agli stop, con il cellulare o altri apparecchi rischia il ritiro immediato della patente e una multa da 180 euro fino a 680 euro.Quindi stiamo tutti molto attenti, organizziamoci con i viva voce e se indossiamo gli auricolari ricordiamoci che un orecchio deve restare libero».

E’ vero? No, si tratta di una bufala.

Da tempo si parla di modifiche al codice della strada, ma la condizione indicata dal messaggio ovvero l’uso del telefonino mentre si è alla guida è già sanzionata dal codice della strada come previsto dall’articolo 173 del CdS che prevede già multe per l’uso dei telefonini e la sospensione per i recidivi.

Le modifiche previste però non sono ancora entrate in vigore.

Qualche novità, vera, è prevista entro l’estate: il governo sembra essere intenzionato a varare il pugno duro, con il ritiro immediato della patente, per chi usa lo smartphone alla guida. Tra le norme che dovrebbero essere introdotte c’è anche il divieto di sorpassare i ciclisti se c’è uno spazio laterale minore di un metro e mezzo. Una novità che sta già facendo discutere, anche se per ora è solo sulla carta.

(fonte Eco di Bergamo)

Come sempre il consiglio che diamo riguardo a questioni che riguardano leggi e sanzioni, è sempre quello di informarsi attraverso fonti attendibili e non attraverso catene di Sant’Antonio o messaggi che girano attraverso i social.

Precedente BUFALA - Record mondiale a BARI, una donna è incinta di 22 gemelli. I medici spiegano la causa. Successivo Bufala Ufficiale. Vietati i TATUAGGI sulle spiagge italiane dal prossimo 1 giugno.