Bufala LITTIZZETTO: ”SE AL REFERENDUM VINCE IL NO, NON MI VEDRETE PIU’ IN TV”

Littizzetto

Littizzetto: “Se vince il no lascio la tv”. Continuano a proliferare le bufale referendarie come questa pubblicata da LIBERO GIORNALE (che non c’entra niente con Libero.it):

“SE AL REFERENDUM VINCE IL NO, NON MI VEDRETE PIU’ IN TV”

Queste le parole pronunciate da Luciana Littizzetto a margine di una conferenza stampa sul ridimensionamento del personale Rai. I tagli che stanno colpendo la tv nazionale non toccheranno però Lucianona, che continuerà a mangiare il krapfen con il cappuccino ogni mattina, così come non interesseranno Fabio Fazio, che potrà continuare a soddisfare la curiosità dei telespettatori con le sue scomodissime domande a politici e personaggi del mondo dello spettacolo.

“E’ una vergogna questo quesito. Non è possibile trovarsi a decidere tra sì e no, la scheda dovrebbe avere sì la doppia opzione, ma tra SI e SI. Con il No inserito così a caso non andremo da nessuna parte. Ma dato che ormai indietro non si torna, se dovesse vincere il NO, mi ritirerò dalla scena. E rinuncerò anche al krapfen, puttana la miseria” ha concluso la Littizzetto ai microfoni di Libero Giornale.
LIbero Giornale NON HA MICROFONI perché non è un giornale. Difficile immaginare che la Littizzetto abbia rilasciato un intervista ad un giornale immaginario.
Libero Giornale infatti è un sito di bufale che si auto definisce in maniera un po troppo disinvolta “satirico”. Di fatto gli articoli diffusi da questo sito non hanno per niente un taglio satirico e sembrano a tutti gli effetti notizie vere, eppure cliccando sul DISCLAIMER dal loro meni si legge:

Libero Giornale è un sito satirico.
Le notizie riportate su questo sito, sono frutto di fantasia, tranne ove specificato.
Se le notizie sono prelevate da altri siti e/o blog, viene citata la fonte.
 Libero Giornale è un blog di satira e raccolta di informazioni generaliste.
 Tutte le opinioni, pareri e giudizi espressi sul blog riflettono il personale, scherzoso e allegro punto di vista degli autori basato sulla loro esperienza reale o su loro personali idee che possono pertanto differire da quelle altrui.
Il sito propone contenuti satirici ed ironici.
Qualunque riferimento a persone o fatti reali è da intendersi a scopo parodistico, e non si propone come fonte di informazione giornalistica.
In nessun caso verranno accettati contenuti a scopo diffamatorio, né i contenuti del Sito sono da intendersi a tale scopo.
Precedente Bufala CORONA LIBERO: I Giudici lo Scarcerano. È Innocente. Successivo Bufala Raggi: A Roma scuole chiuse per il terremoto. Ecco il FALSO tweet del sindaco.