BUFALA Il falso post di Alessandra Vella pro raccolta per la Sea Watch. Il Magistrato da mandato ai suoi legali

Alessandra Vella

Circola in rete una schermata di un presunto post Facebook che sembra essere postato dal profilo dell’utente Alessandra Vella (nome del Gip di Agrigento che ha disposto la scarcerazione di Carola Rackete), in cui si promuove la raccolta fondi organizzata da Fabio Cavallo in favore della Sea Watch.

La schermata in questione contiene però anche il commento dell’utente che ha tweettato questo screen shot ovvero Patrizia Rametta, responsabile della Lega donne in provincia di Siracusa.

Nel suo tweet la Rametta scrive:

L’intento è chiaramente quello di indurre il lettore a credere che si tratti del Gip di Agrigento che con un post (decisamente ingenuo) sostenga il lavoro della ONG e di conseguenza la sua capitana, dimostrando quindi la mancanza di imparzialità nella vicenda.

Ma l’account in questione (che a quanto pare è misteriosamente scomparso) non è quello del magistrato Alessandra Vella che ha risposto alle insinuazioni dando mandato al suo Avvocato Giovanni Di Giovanni di denunciare gli autori della diffusione di questo screenshot.

A quanto pare, come scoperto da Open in questo articolo, tutto è partito da un gruppo Facebook anch’esso improvvisamente scomparso chiamato “AL DIAVOLO I CENTRI SOCIALI” che il 2 Luglio postava questa immagine:

Quale delle 2 sara Alessandra Vella che ha scagionato la feccia tedesca….che mette in pericolo le vite di militari italiani per scaricarci altri africani psaestrati e cellulare muniti??? In entrambi i casi….sicuramente SUPER PARTES E DI ALTO LIGNAGGIO!!!

Nello screenshot pubblicato il 2 luglio ci sono due profili «Alessandra Vella» di cui solo uno risulta tutt’oggi attivo e che riporta foto pescate dalla rete, incluso quella del profilo stesso. L’altro, invece, è stato oscurato dal suo stesso proprietario.

Alessandra Vella

L’utente Olivia G. condivide nuovamente lo screenshot, ma solo quello dell’account cancellato e poi ripreso dal Patrizia Rametta, il 3 luglio 2019 alle ore 13:

Questa pagina che ieri c’era oggi e scomparsa….pertanto POTREBBE ESSERE QUELLA DELLA GIUDICE CHE EMETTE SENTENZE PRO NON RISPETTO LEGGI E CONTRO INCOLUMITA DELLE NS FORZE DELL”ORDINE!!!….. NON E POSSIBILE CHE UN GIUDICI SIA COSI ESPLICITAMENTE DI PARTE!!! FARE APRIRE UN’INCHIESTA!!

L’unico elemento fornito dall’utente è lo screenshot e non viene riportato un link diretto al post, utile per effettuare le verifiche visto che l’account è stato oscurato. Inoltre, l’utente Olivia G. non è certa che l’account sia quello del Gip di Agrigento.

Aggiornamento ore 17:39 – L’utente Facebook Olivia G. ha oscurato il suo profilo. (Fonte Open)

 

Precedente BUFALA Fidanzato della capitana Carola della Sea Watch mette in guardia gli italiani Successivo Il video del "sacerdote" che parla di Bibbiano durante la messa. Ma non è un prete.