BUFALA AEREO EGYPTAIR CADUTO IN MARE: IL VIDEO CHOC!

AEREO

UNA VECCHIA FOTO SPACCIATA PER IL VOLO EGYPT AIR CIRCOLA SUL WEB, MA IL VIDEO NON ESITE!

Il sito SOSTENITORI DELLE FORZE DELL’ORDINE ha diffuso una bufala in cui annuncia un video in cui si vedrebbe il volo Egypt Air precipitare in mare, ma cliccando sull’articolo si scopre che il video pubblicizzato dal titolo non esiste. 

La bufala termina con un ridicolo annuncio di un video che nemmeno è presente:

Un video del servizio Marine Traffic mostra il tratto di mare in cui si stanno concentrando i soccorsi.

Non esiste nessun video dell’aereo che precipita in mare e l’immagine utilizzata come copertina della bufala non è dell’aero Egypt Air bensi del volo Volo Pacific Southwest Airlines 182 precipitato nel 1987 come dimostra questo articolo su Wikipedia:

L’aereo in fase di atterraggio all’Aeroporto Internazionale di San Diego entrò in collisione con un Cessna 172 precipitando sull’abitato della periferia della città. Si trattò del primo incidente grave a coinvolgere la Pacific Southwest Airlines e il bilancio finale di 144 vittime rese l’incidente il più grave disastro aereo della storia degli Stati Uniti fino all’incidente del Volo American Airlines 191.

Come è facile notare dalla foto è stato anche cancellato il numero di matricola del volo sulla fiancata della carlinga. Ecco la foto originaleCatturaSi tratta insomma solo di una trovata di cattivo gusto per attirare visitatori sul loro sito.

ECCO IL TESTO ORIGINALE DELLA BUFALA:

Il ministero dell’Aviazione egiziano ha confermato che l’aereo della EgyptAir partito da Parigi e scomparso a nord della costa egiziana a con 66 persone a bordo si è schiantato a meno di un’ora dall’atterraggio. La conferma è stata rilanciata immediatamente dai media francesi. Secondo una fonte dell’aviazione greca, inoltre, il velivolo si sarebbe schiantato in mare al largo dell’isola greca di Karpathos, nel Sudest del mar Egeo, “mentre si trovava nello spazio aereo egiziano”. “I controllori del traffico aereo hanno contattato il pilota quando l’aereo era sopra l’isola di Kea a 37.000 piedi. Il pilota non ha riferito di alcun problema”, ha affermato il capo dell’aviazione greca al canale ellenico Antenna TV.

Non solo: “Il pilota era di buon umore e ha ringraziato in greco”, ha aggiunto. Il ministro francese, Manuel Valls, in un’intervista a radio Rtl, “al momento non si esclude alcuna ipotesi”. Il premier egiziano Sherif Ismail ha detto che “non si può escludere” alcuna possibilità sulle cause della scomparsa dell’aereo dell’Egypt Air, compreso “l’attacco terroristico”. Le Figaro scrive che all’aeroporto Charles de Gaulle di Parigi, dove è decollato l’aereo scomparso, sono in corso controlli di sicurezza. Secondo Jean-Paul Troadec, ex presidente dell’Ufficio di inchiesta e di analisi per la sicurezza dell’aviazione civile francese (BEA), l’ipotesi di un’esplosione in volo, provocata forse da un attentato, è quella più accreditata: È probabile che ci sia stata un’esplosione a bordo.

A provocarla potrebbe essere stata una bomba o un attentatore suicida. L’ipotesi di un problema tecnico, con le condizioni meteo così buone, è possibile ma non probabile. Potremmo anche considerare un missile, che è quello che successe nel luglio del 2014 all’aereo della Malaysia Airlines. Se l’equipaggio non ha mandato segnali di emergenza, è perché è accaduto tutto improvvisamente. Un problema con un motore o un guasto tecnico non causano un incidente immediato. In questo caso l’equipaggio non ha reagito, cosa che fa pensare a una bomba. Il volo MS804, un Airbus 320, era partito alle 23:09 da Parigi: alle 2.27 i radar greci hanno rilevato l’ultimo segnale dall’aereo. Solo tre minuti dopo, alle 2.30 le autorità egiziane, hanno perso i contatti con l’aereo, circa 45 minuti dell’orario previsto per l’atterraggio, alle 3.15 ora locale.

Al momento della scomparsa il velivolo si trovava circa 16 chilometri dentro lo spazio aereo egiziano, come riferito dalla compagnia aerea EgyptAir sul suo profilo Twitter. Le condizioni meteo, al momento della scomparsa, erano buone. Un video del servizio Marine Traffic mostra il tratto di mare in cui si stanno concentrando i soccorsi

VIDEO NELLA PROSSIMA PAGINA

Precedente ITALIANI INFORMATI - BUFALE ACCHIAPPA CLICK Successivo BUFALA NAPOLI: BAMBINO TROVA LA COCAINA IN CASA E MUORE